Luoghi comuni sui capelli

 Home / Curiosità sui capelli / Luoghi comuni sui capelli

Caduta dei capelli: i luoghi comuni da sfatare

Per evitare problemi di capelli bisogna seguire alcune regole importanti…altre no! Facciamo il punto della situazione sui falsi miti nella prevenzione dalla caduta dei capelli.

luoghi comuni sui capelli

Lavare spesso i capelli non fa male. Purché si usino prodotti delicati e specifici per ogni tipo di problematica, è infatti consigliabile mantenere una corretta igiene della cute e un equilibrio acido-idro-lipidico ottimale. I capelli che cadono dopo lo shampoo erano già sul punto di cadere (fase telogen) per lasciare il posto ai nuovi.

Indossate cappelli e casco in tranquillità. Mentre il casco ci protegge dall’inquinamento, soprattutto d’estate una protezione dai raggi solari è più che consigliabile, purché permetta una traspirazione regolare del cuoio capelluto.

Il taglio o la rasatura dei capelli non ha alcun effetto sul normale ciclo di vita dei capelli, che è influenzato da problemi di salute del cuoio capelluto, dall’alimentazione, dalla genetica o dallo stato psico-fisico. Tagliare o accorciare permette di eliminare la parte danneggiata e sfibrata dei capelli o evitare che vengano sottoposti a trazioni aggressive.

Il balsamo aiuta, non guarisce. Il balsamo è un ottimo prodotto che protegge i capelli dai danni ambientali rendendoli morbidi e luminosi, ma non rientra assolutamente fra le soluzioni preventive anticaduta.

Il cloro non è una delle cause della caduta di capelli e non ha niente a che vedere con il diradamento dei capelli, può tuttavia danneggiare il fusto e favorire la comparsa di doppie punte.

Quando la caduta dei capelli corrisponde ad un regolare ricambio di vecchi e nuovi capelli, non è indice di calvizie, in caso contrario significa che c’è un problema di salute dei capelli, che va individuato e affrontato per tempo. Effettuare un test del capello presso l’Istituto Svizzero Dermes in questi casi può fare la differenza.